News

Torri

CATASTO COMUNALE TORRI DI RAFFREDDAMENTO/CONDENSATORI EVAPORATIVI

23 agosto 2019

Regione Lombardia, attraverso il recente aggiornamento della legge regionale 33/2009 “Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità” ha indicato ai Comuni l’obbligo di predisporre e curare il “registro delle torri di raffreddamento ad umido e dei condensatori evaporativi”.

DEFINIZIONE: La DGR N° XI / 1986 del 23/07/2019 con il termine “torre di raffreddamento” indica ogni tipo di apparato evaporativo (torre di raffreddamento a circuito aperto, torre evaporativa a circuito chiuso, condensatore evaporativo, raffreddatore evaporativo, scrubber) utilizzato in impianti di climatizzazione di edifici (residenziali o ad uso produttivo), in processi industriali, in impianti frigoriferi o in sistemi di produzione energetica, caratterizzato dall’impiego di acqua con produzione di aerosol ed evaporazione del liquido.

 

E’pertanto necessario che i responsabili (proprietari o gestori) di “torri di raffreddamento” compilino e restituiscano ai Comuni (via pec: protocollo.comune.endinegaiano@pec.regione.lombardia.it) la scheda per la registrazione al catasto comunale delle torri di raffreddamento / condensatori evaporativi, allegata alla presente nota.

Ai sensi dell'art. 60-bis1 LR 33.2009 e smi i medesimi soggetti dovranno comunicare entro novanta giorni ogni nuova installazione ed ogni cessazione permanente.

 

Si coglie l'occasione per richiamare l’attenzione:

- in ordine alle buone pratiche indicate dalle “Linee guida per la prevenzione e il controllo della Legionellosi” per una corretta gestione di tali impianti, allegata in fondo alla notizia.

In particolare, il paragrafo “5.7. Gestione degli impianti di raffreddamento a torri evaporative o a condensatori evaporativi” identifica le attività a carico dei gestori per garantire il contenimento del rischio di legionella.

 - in ordine alle buone pratiche di manutenzione e di gestione che pongono in carico ai gestori dell’impianto la responsabilità  della tenuta dei seguenti documenti da mettere a disposizione del personale delle ATS durante i momenti di controllo:

  • documento di valutazione e gestione del rischio legionella
  • presenza di un piano di autocontrollo per ricerca di legionella e relativi esiti
  • schema dell’impianto, planimetria e documentazione fotografica
  • registro di manutenzione dell’impianto
  • schede tecniche dei prodotti utilizzati per pulizia e disinfezione